Skip to main content Skip to search

Partita IVA Slovenia

Partita IVA Slovenia

La frase “partita IVA Slovenia” si può definire in diversi modi. In Italia la frase è più comunemente usata quando bisogna definire una persona fisica che svolge delle attività aziendali. Invece la partita IVA in Slovenia come frase non viene usata in questo senso ma nel senso della partita IVA attribuita ad una azienda che alla fine è un numero scritto sulle fatture. In Slovenia per descrivere questa forma societaria si usa il termine ditta individuale. Dal punto di vista legale la partita IVA Slovena o una ditta individuale è da un punto di vista una persona fisica dal alto punto di vista una impresa. Siccome non è una società di capitali la partita IVA Slovenia risponde con tutto il patrimonio della persona che l’ha costituita.

In questo punto sarebbe opportuno sottolineare che la Slovenia è un paese della Unione Europea come lo è l’Italia. Questo significa che tra i due paesi esiste un libero scambio della merce, capitale e persone (forza di lavoro). Quando un imprenditore si trova nella fase iniziale dell’avvio delle attività deve considerare soprattutto:

  • Dove le materie prime costano di meno
  • Dove si trova il personale più specializzato e meno costoso
  • Dove il capitale trova un sistema fiscale con la tassazione bassa e simulativa

La Slovenia si propone come uno dei paesi più giovani della Unione Europea. La giovinezza di un paese risulta in un sistema fiscale vantaggioso e burocrazia molto snella. Le regole fiscali sono chiare e fisse per garantire una stabilita economica che genera nel paese una crescita del PIL stabile anche nei periodi di crisi economica mondiale. Per i imprenditori è di massima importanza che le normative e le leggi economiche non cambiano spesso. Soltanto se il sistema economico è stabile come lo è in Slovenia si possono fare previsioni economiche reali e credibili. La partita IVA Slovenia è soltanto una forma giuridica tra le molte in Slovenia che permette ai imprenditori con fatturati fino a 300.000 EUR al anno di lavorare sereni e di pagare tasse ragionevoli.

 

Ditta individuale in Slovenia

Tutti i governi che hanno governato in Slovenia nei ultimi 30 anni se hanno cambiato qualche regola fiscale lo hanno fatto con molta cautela consultando vari esperti di economia. L’obbiettivo era sempre quello di facilitare le attività economiche senza danneggiare il sistema sociale che ancora esiste in Slovenia. Considerando tutto questo è nato il concetto della ditta individuale in Slovenia. La ditta individuale in Slovenia è una delle più vantaggiose forme giuridiche in tutta l’Europa. In Slovenia le autorità fiscali riconoscono 80% dei costi di una ditta individuale nel modo forfetario. Come si calcolano esattamente le tasse? Il fisco Sloveno guarda il fatturato e ne considera 80% del fatturato stesso come costo. La partita IVA Slovenia non dovrà mai giustificare i costi reali. La ditta individuale in Slovenia, che è molto simile a quello che si descrive quando si vuole aprire una partita IVA in Italia, ha un utile che è sempre uguale a 20% del fatturato. Questo è un grande vantaggio fiscale della ditta individuale in Slovenia.

Per esempio una ditta individuale Slovena che fattura 100.000 EURO avrà dei costi riconosciuti in automatico (a forfè) di 80%. I costi in questo caso saranno uguali a 80.000 EURO. Il utile della ditta individuale in Slovenia per questo caso è uguale a 20.000 EURO (100.000 EURO di fatturato meno 80.000 EURO di costi). Sui 20.000 EURO dobbiamo poi applicare la tassa sul utile di 20%. In questo caso la partita IVA Slovenia dovrà pagare 4.000 EURO di tasse. Così si arriva ad una tassazione forfetaria pari a 4% del fatturato. Su ogni EURO fatturato si pagano 4 centesimi di tasse. In tutta la Unione Europea la Slovenia non è considerata un paradiso fiscale e proprio per questo motivo molti Italiani decidono di spostare le attività in Slovenia. Questo li permette di lavorare in un normale paese Europeo senza dover pagare tasse stratosferiche come succede in Italia.

Partita IVA Slovenia

Si può aprire partita IVA all estero e lavorare in Italia?

Questa è una delle domande principali che si pone quando si valuta da quale paese fatturare. Dal punto di vista legale una partita IVA Slovenia che fattura in Italia non sta infrangendo nessuna normativa Italiana, Slovena o Europea. L’importante è che si può dimostrare che i servizi o il commercio va fatto dalla Slovenia verso l’Italia. Un servizio reso dentro il territorio d’Italia o merce che non transita tra la Slovenia e l’Italia ma rimane sempre dentro il territorio della prima dovrebbe essere fatturato da una partita IVA Italiana. In questi casi non si può aprire partita IVA all estero e lavorare in Italia. Bisogna pero sottolineare che basta assumere qualche dipendente locale in Slovenia o nominare nel ruolo di amministratore una persona che trasferisce in Slovenia la propria residenza è già le regole cambiano a favore del imprenditore che vuole trasferire le attività e la fatturazione fuori dal Italia.

Qui arriviamo di nuovo al argomento del libero scambio di capitali, persone e merci dentro la Unione Europea. Un cittadino di qualsiasi stato membro ha la libera scelta di costituire una partita IVA Slovenia o una SRL in Slovenia. La legalità di questo passo è garantita dalle normative Europee. Per aprire partita IVA Slovenia non bisogna trasferire la propria residenza fiscale. Questo non è necessario dal punto di vista delle normative interne Slovene ma lo è raccomandato per tutelarsi verso il fisco Italiano se si vuole aprire partita IVA all estero e lavorare in Italia.

Ecco il riassunto di tutti i vantaggi per aprire partita IVA Slovenia:

  • Tassazione di solo 4% sul utile
  • Non ci sono i studi di settore
  • Costi forfetari (non bisogna dimostrarli con i documenti)
  • L’avvio in 24 ore
  • Costituzione senza capitale sociale